Ricorso per modifica di condizioni di separazione

Ricorso per modifica di condizioni di separazione

Tribunale ordinario di .....

Il sottoscritto ....., C.F. ....., residente in ..... ed elettivamente domiciliato in ....., presso lo Studio dell'Avv. ....., C.F. ....., con dichiarazione di voler ricevere, ai sensi dell'art. 125 c.p.c., 1° comma, e dell'art. 136 c.p.c., 3° comma,ogni comunicazione al numero di fax ......, oppure tramite l'indirizzo di posta elettronica certificata comunicato al proprio ordine .....@......, che lo rappresenta e difende per delega in atti,

 

premesso che:

 

- lo scrivente si è separato consensualmente dalla moglie sig.ra ....., C.F. ....., con verbale omologato dal Tribunale di ....., in data .....;

- dal matrimonio sono nate due figlie, ..... nata il ....., e ..... nata il .....;

- nella separazione era previsto che le figlie fossero affidate alla madre e che il sottoscritto contribuisse al mantenimento della moglie e delle figlie versando mensilmente la somma di Euro 600, da imputarsi per Euro 200 a ciascuna figlia ed Euro 200 alla moglie;

- la sig.ra ..... ha ostacolato in ogni modo, e talora del tutto impedito, i rapporti dello scrivente con le figlie, soprattutto dopo che egli ha iniziato una nuova convivenza con altra donna, peraltro già conosciuta dalle bambine;

- a partire dal ..... la figlia ....., per sua scelta, è venuta a vivere con il sottoscritto e con la sua nuova compagna;

- anche alla luce di una consulenza fatta svolgere dalla dottoressa ....., è ora opportuno che anche la figlia minore sia affidata allo scrivente, al fine di evitare che le due sorelle vivano separate;

- la sig.ra ..... ha una stabile attività lavorativa, iniziata già prima della separazione consensuale.

 

Tutto ciò premesso il sottoscritto chiede che le condizioni di separazione siano così modificate:

1) entrambe le figlie siano affidate all'esponente, disciplinando il regime di visita delle minori con la madre;

2) sia fissato un contributo a carico della moglie per il mantenimento delle figlie, proporzionato alla sua capacità economica;

3) sia revocato l'obbligo dell'assegno posto a carico dello scrivente a titolo di contributo al mantenimento della moglie;

4) la sig.ra ..... sia condannata a restituire al sottoscritto le somme dal medesimo versate in eccedenza per il suo mantenimento.

 

Data .....

 

Firma .....

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Corte di Cassazione n° 23993 – cartelle …

22-03-2014 Hits:273 Sanzioni amministrative  - avatar

::cck::5::/cck::::introtext::La Corte di Cassazione, ribadendo un principio fondamentale sancito dalla Costituzionale, ha precisato che in caso di accoglimento di un ricorso avverso una cartella esattoriale, debbano essere riconosciute le spese...

Read more

Iva errato ravvedimento operoso

07-03-2014 Hits:259 Diritto Tributario  - avatar

Con novità assoluta, la Corte di cassazione ha stabilito, nella sentenza 14298/2012, che è nullo il ravvedimento operoso Iva se il contribuente versa qualche euro in meno di interessi in...

Read more

La PEC esonera l'avvocato dall'elezione …

16-12-2013 Hits:580 Notizie giuridiche  - avatar

Cassazione civile , SS.UU., sentenza 20.06.2012 n° 10143 L’obbligo di indicare l’indirizzo di posta elettronica certificata (pec) esonera l'avvocato dall’elezione di domicilio quando si trova a dover patrocinare una causa fuori dalla...

Read more